Logo Formedil Foggia

I nostri corsi

Qui di seguito i corsi organizzati da Formedil Foggia. Per partecipare è sufficiente compilare la manifestazione di interesse.

Elenco Corsi
Corso A / C
CORSO DI AGGIORNAMENTO PER COORDINATORI IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEI LAVORI , AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di aggiornamento QUINQUENNALE, della durata di 40 ore, per Coordinatori in fase di Progettazione ed Esecuzione dei lavori, ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Sono aperte le iscrizioni.

Aperto

Destinatari

Coordinatori della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione lavori

Obiettivi

Aggiornamento QUINQUENNALE obbligatorio, rivolto ai Coordinatori in fase di Progettazione ed Esecuzione lavori, gia' in possesso di attestato di frequenza del corso di 120 ore

Contenuti

Aggiornamento sui tre moduli previsti dal corso per Coordinatore di 120 ore: giuridico, tecnico, metodologico organizzativo

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO, GESTIONE EMERGENZE E ANTINCENDIO (MEDIO RISCHIO)AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

corso di formazione della durata di 20 ore rivolto ai dipendenti e ai datoti di lavoro (per imprese con meno di 5 dipendenti) nominati addetti al primo soccorso, alla gestione delle emergenze e all'antincendio (medio rischio)

Aperto

Destinatari

Titolari d'imprese con meno di 5 dipendenti e dipendenti addetti al primo soccorso ed alla prevenzione incendi (medio rischio)

Obiettivi

Formare i dipendenti nominati come addetti al primo soccorso, alla gestione delle emergenze e all'antincendio (medio rischio)

Contenuti

Il D.M. 388/2003 attua quanto indicato dal comma 3 dell'art. 15 del D. Lgs. 626/94 e classifica le aziende in base alle dimensioni ed alla tipologia di rischio indicando le attrezzature minime di primo soccorso che devono essere messe a disposizione dei lavoratori negli ambienti di lavoro e i contenuti minimi della formazione dei lavoratori designati al pronto soccorso aziendale. Infine, anche il D. Lgs. 81/2008 ha ritenuto di fondamentale importanza la formazione dei lavoratori confermando i precedenti decreti. La figura responsabile dell'organizzazione del pronto soccorso nel luogo di lavoro rimane il datore di lavoro ma va sottolineato il ruolo del medico competente e la necessità di un collegamento tra datore di lavoro e l'Azienda Sanitaria Locale. L'organizzazione del pronto soccorso è modulata sulla base di 3 diverse categorie individuate (gruppi A, B e C). L'appartenenza di un'azienda o di un'unità produttiva ad un gruppo si riflette sulla dotazione minima delle attrezzature, sulla formazione richiesta agli addetti e sulla comunicazione da effettuare al servizio sanitario regionale (SSR). Sulla base della tipologia di rischio, occorrerà valutare l’idoneità degli addetti designati alla gestione del primo soccorso per la formazione dei quali ora la legge (D. 388/03) stabilisce precisamente programmi e tempi di aggiornamento.

CORSO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI AI SENSI DEL D.P.R. 75/2013

IN COLLABORAZIONE CON IL COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA FOGGI E CON L'ASSISTENZA TECNICA DELLA ISOLAB SRL, IL FORMEDIL FOGGIA organizza la terza edizione del corso di certificazione energetica degli edifici abilitante ai sensi del D.P.R. 75/2013.

Aperto

Destinatari

Corso obbligatorio per i professionisti che intendono conseguire la qualifica di certificatore energetico degli edifici ma non possiedono l'abilitazione alla progettazione di edifici ed impianti. Titoli di studio per l'accesso alla qualifica: laureati in ingegneria, architettura, fisica, matematica, chimica, geologia, agronomia, scienze ambientali, geometri, periti agrari o agrotecnici, periti industriali (per l’elenco completo dei titoli di studio si rimanda al testo integrale del DPR 75/2013).

Obiettivi

Il corso fornisce ai partecipanti le conoscenze tecniche specialistiche relativamente al sistema edificio-impianto, necessarie ad una corretta diagnosi, certificazione e riqualificazione energetica degli edifici. In allegato l'informativa, il programma e la scheda di adesione.

Contenuti

PROGRAMMA DEL CORSO I Modulo La legislazione per l'efficienza energetica degli edifici. Le procedure di certificazione. La normativa tecnica. Obblighi e responsabilità del certificatore. II Modulo Il bilancio energetico del sistema edificio impianto. Il calcolo della prestazione energetica degli edifici. Analisi di sensibilità per le principali variabili che ne influenzano la determinazione. III Modulo Analisi tecnico economica degli investimenti. Esercitazioni pratiche con particolare attenzione agli edifici esistenti. IV Modulo Involucro edilizio: le tipologie e le prestazione energetiche dei componenti; soluzioni progettuali e costruttive per l'ottimizzazione: dei nuovi edifici; del miglioramento degli edifici esistenti. V Modulo Impianti termici: fondamenti e prestazione energetiche delle tecnologie tradizionali e innovative; soluzioni progettuali e costruttive per l'ottimizzazione: dei nuovi impianti; della ristrutturazione degli impianti esistenti. VI Modulo L'utilizzo e l'integrazione delle fonti rinnovabili. VII Modulo Comfort abitativo. La ventilazione naturale e meccanica controllata. L'innovazione tecnologica per la gestione dell'edificio e degli impianti. VIII Modulo La diagnosi energetica degli edifici. Esempi applicativi. Esercitazioni all'utilizzo degli strumenti informatici posti a riferimento dalla normativa nazionale e predisposti dal CTI.

Durata

dal 20/09/2014 al 28/11/2014

Allegati

48_ZYcqX.pdf

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (PLE) AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 22/02/2012

L’art. 73 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda affinche' i lavoratori incaricati dell’uso delle attrezzature di lavoro che richiedono conoscenze e responsabilita' particolari ricevano una formazione, informazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possano essere causati ad altre persone.

Aperto

Destinatari

lavoratori addetti alla conduzione di piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE)

Obiettivi

Istruire un allievo a mettere in servizio e manovrare con sicurezza vari tipi di piattaforme di lavoro elevabili mobili (PLE)

Contenuti

Modulo giuridico - normativo (1 ora) 1.1. Presentazione del corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento ai lavori in quota ed all’uso di attrezzature di lavoro per lavori in quota (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore. Modulo tecnico (3 ore) 2.1. Categorie di PLE: i vari tipi di PLE e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche. 2.2. Componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile. 2.3. Dispositivi di comando e di sicurezza: individuazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, individuazione dei dispositivi di sicurezza e foro funzione. 2.4. Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi e funzionali. 2.5. DPI specifici da utilizzare con le PLE: caschi, imbracature, cordino dì trattenuta e relative modalità di utilizzo inclusi i punti di aggancio in piattaforma. 2.6. Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi: analisi e valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle PLE (rischi di elettrocuzione, rischi ambientali, di caduta dall’alto, ecc.); spostamento e traslazione, posizionamento e stabilizzazione, azionamenti e manovre, rifornimento e parcheggio in modo sicuro a fine lavoro. 2.7. Procedure operative di salvataggio: modalità di discesa in emergenza. Moduli pratici specifici 3.1. Modulo pratico per PLE che operano su stabilizzatori (4 ore) 3.1.1. Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento. 3.1.2. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. 3.1.3. Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della PLE, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza previsti dal costruttore nel manuale di istruzioni della PLE. 3.1.4. Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (presa di forza, struttura di sollevamento e stabilizzatori, ecc.). 3.1.5. Pianificazione del percorso: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e in quota, condizioni del terreno. 3.1.6. Posizionamento della PLE sul luogo di lavoro: delimitazione dell’area dì lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, posizionamento stabilizzatori e livellamento. 3.1.7. Esercitazioni di pratiche operative: effettuazione di esercitazioni a due terzi dell’area di lavoro, osservando le procedure operative di sicurezza. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota. 3.1.8. Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero a terra della piattaforma posizionata in quota. 3.1.9. Messa a riposo della PLE a fine lavoro: parcheggio in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie). 3.2. Modulo pratico per PLE che possono operare senza stabilizzatori (4 ore) 3.2.1. Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento, 3.2.2. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. 3.2.3. Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della PLE, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza previsti dal costruttore e dal manuale di istruzioni delia PLE. 3.2.4. Pianificazione del percorso: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e in quota, condizioni del terreno. 3.2.5. Movimentazione e posizionamento della PLE: spostamento della PLE sul luogo di lavoro e delimitazione dell’area di lavoro. 3.2.6. Esercitazioni di pratiche operative: effettuazione di esercitazioni a due terzi dell’area di lavoro, osservando le procedure operative di sicurezza. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota. 3.2.7. Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero a terra della piattaforma posizionata in quota. 3.2.8. Messa a riposo della PLE a fine lavoro: parcheggio in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie). Modulo pratico ai fini dell’abilitazione all’uso sia di PLE con stabilizzatori che di PLE senza stabilizzatori (6 ore) 3.3.1 Individuazione dei componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile, piattaforma e relativi sistemi di collegamento. 3.3.2. Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. 3.3.3. Controlli pre-utilizzo: controlli visivi e funzionali della PLE, dei dispositivi di comando, di segnalazione e di sicurezza previsti dal costruttore e dal manuale di istruzioni della PLE. 3.3.4. Controlli prima del trasferimento su strada: verifica delle condizioni di assetto (presa di forza, struttura di sollevamento e stabilizzatori, ecc.). 3.3.5. Pianificazione del percorso: pendenze, accesso, ostacoli sul percorso e in quota, condizioni del terreno. 3.3.6. Movimentazione e posizionamento della PLE: delimitazione dell’area di lavoro, segnaletica da predisporre su strade pubbliche, spostamento della PLE sul luogo di lavoro, posizionamento stabilizzatori e livellamento. 3.3.7. Esercitazioni di pratiche operative: effettuazione di esercitazioni a due terzi dell’area di lavoro, osservando le procedure operative di sicurezza. Simulazioni di movimentazioni della piattaforma in quota. 3.3.8. Manovre di emergenza: effettuazione delle manovre di emergenza per il recupero a terra della piattaforma posizionata in quota. 3.3.9. Messa a riposo della PLE a fine lavoro: parcheggio in area idonea, precauzioni contro l’utilizzo non autorizzato. Modalità di ricarica delle batterie in sicurezza (per PLE munite di alimentazione a batterie).

CORSO PER ADDETTO E TECNICO RESPONSABILE PER LA RIMOZIONE, BONIFICA E SMALTIMENTO DELL'AMIANTO AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso organizzato da FORMEDIL FOGGIA e ASL FG rivolto a Lavoratori addetti alle attivita di rimozione, smaltimento e bonifica di manufatti contenenti amianto, in possesso di licenza elementare (30 ore) o a Responsabili tecnici che dirigono sul posto le attivita di rimozione, smaltimento e bonifica di manufatti contenenti amianto; richiesto il possesso del diploma di licenza media inferiore (50 ore).

Aperto

Destinatari

Corso organizzato da FORMEDIL FOGGIA e ASL FG rivolto a Lavoratori addetti alle attività di rimozione, smaltimento e bonifica di manufatti contenenti amianto, in possesso di licenza elementare (30 ore) o a Responsabili tecnici che dirigono sul posto le attività di rimozione, smaltimento e bonifica di manufatti contenenti amianto; é richiesto il possesso del diploma di licenza media inferiore (50 ore).

Obiettivi

Acquisizione di un’adeguata conoscenza sulla valutazione del rischio sanitario da esposizione all'amianto, nonché su un corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e sul rispetto delle procedure operative.

Contenuti

Programma didattico allegato

Durata

dal 01/04/2016 al 20/04/2016

CORSO DI FORMAZIONE SULLA TERMOGRAFIA 1 e 2 LIVELLO UNI 473 PLURISETTORIALE

In collaborazione con il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia Foggi e con l'assistenza tecnica della Isolab srl, il Formedil Foggia organizza il primo corso sulla termografia di 1 e 2 livello uni 473 plurisettoriale.

Aperto

Destinatari

Tutti i tecnici

Obiettivi

In allegato l'informativa, il programma e la scheda di adesione

Contenuti

Introduzione alla termografia: � La formula di Planck e la legge di Wien � La legge di Stefan Boltzman � Grafici dell'emissione del corpo nero � Coefficiente di emissività � Dipendenza dell'emissività dal tipo di materiale e dallo stato della sua superficie. � Attenuazione atmosferica e finestre IR � Componenti della radiazione e legge di Kirchoff � Fondamenti di trasmissione del calore � Metodo di misura con due lunghezze d'onda per superare il problema delle variazioni dell'emissività � Vari tipi di rilevatori di temperatura a contatto � Vari tipi di radiometri (e pirometri) � Tecniche di misura Principio di funzionamento delle termocamere: � Elemento sensibile. Vari tipi di elementi sensibili � Elementi sensibili raffreddati ad azoto liquido e ad effetto Peltier � Esempi di telecamere a raggi infrarossi. Parametri funzionali e comandi di una telecamera a raggi infrarossi: � Parametri dell'immagine termografica � Conversione analogico/digitale dell'immagine termografiche e memorizzazione su supporto magnetico � Focalizzazione ottica e termica � Sistemi di analisi (punti, linee, aree) � Settaggio emissività e parametri ambientali Applicazioni in edilizia: � Verifica delle prestazioni termiche ed igrometriche degli edifici � Verifica del corretto isolamento degli edifici � Verifica della presenza di ponti termici � Esame della tessitura muraria � Verifica distacco intonaci � Diagnosi dell' umidità di risalita � Diagnosi di muffe e condensa interna � Servizi per amministrazioni condominiali � Consulenza legale a supporto CTU e CTP � Diagnosi e consulenza termografica su serramenti � Individuazione dei percorsi dei cavi elettrici � Verifica impianti radianti � Influenze termiche derivanti da strutture terze � Individuazione perdite d’acqua � Individuazione strutture nascoste. Normative: � UNI 10824 termini e definizioni � UNI EN 473/ISO 9712 qualifica e certificazione del personale � UNI EN 9252 isolamento termico involucro esterno edifici

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE, MODULO C, AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELL'ACCORDO STATO-REGIONI DEL LUGLIO 2016

Corso di formazione della durata di 24 ore per Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, Modulo C (terzo modulo di tre), ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e del nuovo Accordo Stato-regioni del Luglio 2016

Aperto

Destinatari

Dipendenti e liberi professionisti con ruolo di RSPP (diplomati), RSPP senza diploma con esperienza e con incarico attuale designati prima del 14/2/03 ed attivi al 13/8/03 (in questo caso sono esenti dal modulo A), Laureati (esentati da modulo A e B)

Obiettivi

Terzo modulo formativo per soli responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione che mai hanno ricoperto il ruolo o per coloro che, in possesso di laurea prevista dal Decreto, voglionio ricoprire il ruolo di RSPP come esterno all'impresa

Contenuti

Sistemi di gestione della sicurezza, Organizzazione tecnico-amministrativa, relazioni e comunicazione aziendale, fattori di rischio psico-sociali ed ergonomici. I moduli formativi sono disciplinati dalla Conferenza permanente tra Stato e Regioni con atto n. 2407 del 26/01/2006 e dal nuovo Accordo Stato-regioni del Luglio 2016; Il modulo C è obbligatorio per chi deve svolgere il ruolo di Responsabile e ha seguito i moduli A e B oppure è dispensato dagli stessi.

Corso AutoCAD - Revit

Il corso si articola in 48 ore, suddivise in vari moduli, oltre la verifica finale di apprendimento. A conclusione del corso verrà  rilasciato attestato di frequenza, subordinato al superamento della prova finale ed alla frequenza per almeno il 90% del monte ore. Le lezioni si terranno il lunedi, martedi e giovedi.

Aperto

Destinatari

Il corso è rivolto a tutti coloro desiderano sviluppare i primi concetti di modellazione 2d, 3d e Revit in diversi ambiti del design e della progettazione.

Obiettivi

Il corso Autocad del FORMEDIL FOGGIA ha come obiettivo principale la formazione di un operatore che, ampliando e avvalendosi della conoscenza acquisita nell'utilizzo del software, siano essi Autocad 2D o 3D e Revit - sistemi BIM -, abbia la capacita'  di verificare e garantire il risultato finale di un progetto.

Contenuti

In allegato il programma del corso con i suoi contenuti

CORSO DI FORMAZIONE PREASSUNZIONE “16 ORE PRIMA”

Corso di formazione della durata di 16 ore rivolto agli operai assunti per la prima volta nel settore edile.

Aperto

Destinatari

NEO-ASSUNTI NEL SETTORE EDILE. Scarica il modulo http://www.cassaedile.fg.it/16_ore/16ore.htm

Obiettivi

IL CORSO SI OCCUPA DI FORNIRE INFORMAZIONI DI BASE SUI RISCHI LEGATI ALL'ATTIVITA' DI CANTIERE, ALLO SCOPO DI INFORMARE CHI NON HA MAI LAVORATO NEL SETTORE EDILE.

Contenuti

formazione e informazione sulle attività di cantiere, rischi legati al processo produttivo, DPI distinti per attività, comportamenti da tenere in ambito lavorativo nel rispetto della sicurezza, salute e igiene nei luoghi di lavoro.

Allegati

17_npqNQ.pdf

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE GRU A TORRE, AI SENSI DELL'ART. 73 DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 22/02/2012

Corso di formazione della durata di 16 ore rivolto ai dipendenti che svolgono la mansione di addetto alla conduzione di gru a torre a rotazione in basso e in alto, ai sensi dell'art. 73 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. e della Conferenza Stato, Regioni e Province Autonome del 22/02/2012

Aperto

Destinatari

Operai qualificati o specializzati, capocantiere, addetti all’uso della gru a torre

Obiettivi

Formazione rivolta ai dipendenti d'impresa che svolgono la mansione di gruista e che conducono gru a torre con rotazione in alta e in basso, obbligatoria ai sensi dell'art. 73 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e della Conferenza Stato, Regioni e Province Autonome del 22/02/2012

Contenuti

Modulo giuridico: normativa di riferimento; Modulo tecnico: utilizzo gru a tore, utilizzo attrezzature, tipologie gru, rischi connessi all'attività, componenti strutturali, dispositivi di comando, installazione, controlli e manutenzione;Modulo pratico: utilizzo gru a torre a rotazione in basso, utilizzo gru a torre a rotazione in alto.

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI E PREPOSTI AL MONTAGGIO, TRASFORMAZIONE E SMONTAGGIO PONTEGGI AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di formazione della durata di 28 ore previsto dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., rivolto agli addetti ai lavori in quota, in particolare agli addetti al montaggio, trasformazione e smontaggio dei ponteggi

Aperto

Destinatari

Titolari e dipendenti di imprese edili addetti al montaggio, trasformazione e smontaggio dei ponteggi

Obiettivi

Formare ed Informare sui rischi legati ai lavori in quota con l'utilizo di ponteggi a telai prefabbricati, a tubi e giunti, multidirezionali

Contenuti

Riferimenti normativi, rischi per i lavori in quota e misure di sicurezza, Dispositivi anticaduta, procedura di montaggio e PIMUS, tipologie di ponteggi ed esercitazioni di cantiere. PROGRAMMA: PRIMA GIORNATA 12/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Legislazione generale di sicurezza in materia di prevenzione degli infortuni; Norme di buona tecnica e di buone prassi; Statistiche degli infortuni e delle violazioni delle norme nei cantieri SECONDA GIORNATA 13/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Il D.Lgs. 81/08 Direttiva cantieri; Piano di montaggio, uso e smontaggio in sicurezza (Pi.M.U.S.) TERZA GIORNATA 16/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Piano di montaggio, uso e smontaggio in sicurezza (Pi.M.U.S.); Autorizzazione ministeriale; Disegno esecutivo e Progetto; Verifiche di sicurezza; Primo impianto. QUARTA GIORNATA 17/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Lavori in quota; Analisi dei rischi; Test di verifica intermedia QUINTA GIORNATA 19/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Ponteggio a tubi e giunti PTG; Montaggio, smontaggio e trasformazione. SESTA GIORNATA 23/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Ponteggio a telai prefabbricati PTP; Ponteggio a montanti e traversi prefabbricati PMTP; Montaggio, smontaggio e trasformazione; Montaggio, smontaggio e trasformazione; Elementi di gestione di prima emergenza. SETTIMA GIORNATA 24/07/2012 dalle ore 15 alle ore 19 Ponteggio a tubi e giunti PTG; Montaggio, smontaggio e trasformazione; • Test di Verifica Finale

CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICI IN ACUSTICA DEGLI EDIFICI

IN COLLABORAZIONE CON IL COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA FOGGI E CON L'ASSISTENZA TECNICA DELLA ISOLAB SRL, IL FORMEDIL FOGGIA organizza il primo corso sulla progettazione, e direzione lavori, dell’isolamento acustico degli edifici, al fine del rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici come previsto dal D.P.C.M. 5/12/1997 e della Classificazione Acustica dell’edificio secondo quanto previsto dalla UNI 11367 (norma volontaria).

Aperto

Destinatari

Il corso per Tecnico Acustico Edile si rivolge ai professionisti del settore edile ed impiantistico che seguono l’iter di progettazione e direzione lavori: ingegneri, architetti, geometri e in generale tutti i tecnici che operano nel campo delle costruzioni, dell’architettura e dell’urbanistica e vogliono acquisire esperienze come tecnico competente in acustica, anche a tecnici impiegati nelle Pubbliche Amministrazioni e ai Tecnici competenti in acustica ambientale.

Obiettivi

Il corso vuole formare la figura professionale di Tecnico Acustico Edile, ponendosi come interlocutore di riferimento per le altre figure coinvolte nella realizzazione delle opere edili. Il corso fornisce le competenze per garantire le corrette performance acustiche relativamente ai requisiti acustici passivi degli edifici.

Contenuti

MODULO I - ACUSTICA DI BASE MODULO II - QUADRO NORMATIVO MODULO III- IL COLLAUDO ACUSTICO MODULO IV ACUSTICA EDILE MODULO V - ANALISI CASI STUDIO MODULO VI ACUSTICA ED IMPIANTI MODULO VII ACUSTICA LEGALE MODULO VIII ESERCITAZIONE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI E PREPOSTI AL MONTAGGIO, TRASFORMAZIONE E SMONTAGGIO PONTEGGI, AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di aggiornamento QUADRIENNALE della durata di 4 ore per Addetti e preposti al montaggio, trasformazione e smontaggio ponteggi, ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Aperto

Destinatari

Lavoratori e Datori di lavoro addetti o preposti al montaggio, trasformazione e smontaggio ponteggi

Obiettivi

Aggiornamento TRIENNALE obbligatorio rivolto a coloro in possesso di attestato di frequenza al corso per Addetti e Presposti al montaggio, trasformazione e smontaggio dei ponteggi

Contenuti

Riferimenti normativi, rischi per i lavori in quota e misure di sicurezza, Dispositivi anticaduta, procedura di montaggio e PIMUS, tipologie di ponteggi ed esercitazioni di cantiere.

CORSO DI FORMAZIONE SUL RISCHIO RUMORE E CONTENIMENTO ESPOSIZIONE ALLE VIBRAZIONI MECCANICHE, AI SENSI DEGLI ARTT. 184 E 185 DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di formazione della durata di 16 ore sul rischio rumore e contenimento dell'esposizione alle vibrazioni meccaniche 8rischio fisico), ai sensi degli articoli 184 e 185 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Aperto

Destinatari

Titolari e dipendenti imprese edili

Obiettivi

Formazione sul rischio fisico legato all'esposizione al rumore ed alle vibrazioni meccaniche da parte di chi svolge mansioni legate a tali rischi

Contenuti

Normativa di riferimento: il Titolo VIII del T.U. ed i rischi da agenti fisici. Valutazione dei rischi e valutazione dell’esposizione, misure di prevenzione e protezione , DPI, sorveglianza sanitaria.

Durata

dal 02/09/2011 al 01/01/1900

CORSO DI ABILITAZIONE PER PERFORATORE PICCOLO DIAMETRO

Corso di abilitazione (rilascio del patentino) della durata di 40 ore per lavoratori addetti alla perforazione piccolo diametro con un’esperienza di almeno 3 anni complessivi svolti nella mansione.

Aperto

Destinatari

Lavoratori addetti alla perforazione piccolo diametro con un’esperienza di almeno 3 anni complessivi svolti nella mansione.

Obiettivi

Il corso ha come obiettivo formare i lavoratori addetti alla perforazione piccolo diametro con un’esperienza di almeno 3 anni complessivi svolti nella mansione ed abilitarli all'uso della macchina complessa ai fini della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Contenuti

Durata del corso: 40 ore Contenuti: TECNICHE DI COMUNICAZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO; GESTIONE AMBIENTALE: ROCCE E SONDAGGI GEOGNOSTICI; PERFORAZIONE A PICCOLO DIAMETRO: TIPI E MACCHINE IMPIEGATE; TIPI E PROCEDURE ESECUTIVE IN SICUREZZA; MANUTENZIONE DELLA MACCHINA; CONDUZIONE DELLA MACCHINA

Durata

dal 01/04/2016 al 20/04/2016

Allegati

62_Wk4Gc.pdf

CORSO DI FORMAZIONE PER RLS – RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA - AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

corso di formazione della durata di 32 ore rivolto a lavoratori nominati Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Aperto

Destinatari

Lavoratori nominati Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Obiettivi

Formazione ed informazione degli RLS

Contenuti

Normativa di riferimento, Sistema di Prevenzione e Protezione, figure e ruoli del Sistema, tipologie di rischio, DPI, controllo prevenzione e comunicazione.

CORSO DI FORMAZIONE SULLA RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001

Corso di formazione della durata di 16 ore finalizzato alla formazione di Dirigenti e Quadri con responsabilita amministrativa, di controllo, di auditing, legali e societari, imprenditori e dirigenti di PMI; liberi professionisti, che tratta la disciplina legislativa e la casistica giurisprudenziale sulla responsabilita amministrativa grave con particolare riguardo ai reati, alle sanzioni, alla costruzione e all’adozione di un modello organizzativo.

Aperto

Destinatari

Dirigenti e Quadri con responsabilita amministrativa, di gestione e di controllo, liberi professionisti, imprenditori

Obiettivi

Formazione dei dirigenti, dei quadri aziendali e di imprenditori con responsabilita aziendale di carattere amministrativo, legale o di controllo.

Contenuti

D. Lgs. 231/2001: aspetti connessi ai rapporti con la Pubblica Amministrazione e gli altri reati connessi con le attivita specifiche, analisi dei potenziali reati, procedure di controllo e monitoraggio dei processi critici. Supporto e messa in atto dei modelli organizzativi e di gestione

Durata

dal 10/10/2011 al 26/10/2011

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

Aggiornamento ANNUALE per RLS - Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza - della durata di 8 ore.

Aperto

Destinatari

Lavoratori con nomina di RLS.

Obiettivi

Aggiornarnamento annuale obbligatorio per i dipendenti nominati RLS, come previsto dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Contenuti

Sistema di Prevenzione e Protezione, figure e ruoli del Sistema, tipologie di rischio, valutazione dei rischi, DPI, controllo prevenzione e comunicazione.

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DATORE DI LAVORO CHE RICOPRE IL RUOLO DI RSPP

L'aggiornamento e' quinquennale ed in relazione al rischio del settore di appartenenza. Per il settore edile ha durata di 14 ore.

Aperto

Destinatari

Datori di laroro, Legali Rappresentanti di imprese con meno di 30 dipendenti che ricoprono il ruolo di RSPP e sono in possesso dell'attestato del corso per datore di lavoro che ricopre il ruolo di RSPP

Obiettivi

Con riferimento ai Datori di lavoro, Legali Rappresentanti di imprese, e previsto un aggiornamento quinquennale, della durata di 14 ore ai sensi dell'art. 34 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e cosi come stabilito dalla conferenza stato-regioni e province autonome del 21/12/2011.

Contenuti

Approfondimenti tecnico-organizzativi e giuridico-normativi; Sistemi di gestione e processi organizzativi; fonti di rischio, compresi i rischi di tipo ergonomico; tecniche di comunicazione, volte all'informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MULTISETTORIALE, AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I. E ACCORDO STATO REGIONI 128/2016

Corso di aggiornamento QUINQUENNALE della durata di 40 ore, obbligatorio, per Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, ai sensi del D. L.gs. 81/2008 e s.m.i.e del nuovo Accordo Stato-regioni del Luglio 2016

Aperto

Destinatari

Tecnici e Lavoratori con nomina di RSPP appartenenti a qualsiasi Settore di Attività

Obiettivi

Aggiornamento QUINQUENNALE obbligatorio, per Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, interni all'azienda o nominati esternamente.

Contenuti

Normativa di riferimento; Area tecnica: valutazione, gestione e programmazione delle misure di sicurezza; Area Normativa: novità normative e applicazioni pratiche; Area Psicosociale: sistemi relazionali e comunicazionali e rischi di natura psicosociale; Area Organizzativa: organizzazione e sistemi di gestione, formazione e informazione.

Durata

dal 10/10/2011 al 10/10/2011

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di aggiornamento TRIENNALE della durata di 4 ore, per gli addetti al primo soccorso, ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e D.M. 388/2003

Aperto

Destinatari

Lavoratori con nomina di addetto al primo soccorso.

Obiettivi

Aggiornamento TRIENNALE obbligatorio per i dipendenti nominati addetti al primo soccorso e Datori di lavoro autonominatisi addetti alprimo soccorso. I datori possono ricoprire questo ruolo se hanno alle proprie dipendenze fino a 5 dipendenti.

Contenuti

Normativa di riferimento: D.Lgs. 81/2008 D.Lgs. 106/2009 e D.M. 388/2003; cause e circostanze dell’ infortunio, riconoscere un’emergenza sanitaria, attuazione interventi di primo soccorso

CORSO D AGGIORNAMENTO PER DIRIGENTI E PREPOSTI ALLA SICUREZZA, AI SENSI DELL'ART. 37 DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 21/12/2011

Con riferimento ai lavoratori, e previsto un aggiornamento quinquennale, della durata di 12 ore, per i dirigenti e preposti alla sicurezza, ai sensi dell'art. 37 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e cosi come stabilito dalla conferenza stato-regioni e province autonome del 21/12/2011.

Aperto

Destinatari

Operai qualificati o specializzati, capocantiere in possesso dell'attestato del corso per dirigenti o preposti alla sicurezza

Obiettivi

Con riferimento ai lavoratori, e previsto un aggiornamento quinquennale, della durata di 12 ore, per i dirigenti e preposti alla sicurezza, ai sensi dell'art. 37 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e cosi come stabilito dalla conferenza stato-regioni e province autonome del 21/12/2011.

Contenuti

Contenuti del corso: Approfondimento giuridico-normativi, Aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori, aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda, fonti di rischio e relative misure di prevenzione

CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SPECIFICA PER I LAVORATORI AI SENSI DELL’ART. 36 E 37 DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 21/12/2011

Corso di formazione generale specifica per i lavoratori della durata di 8 ore (rischio basso), 12 ore (rischio medio) e 16 ore (rischio alto) previsto dall'art 37, comma 1 del D.Lgs. n. 81/08

Aperto

Destinatari

Tutte le tipologie di lavoratori

Obiettivi

Formare ed informare sui rischi legati alle attivita lavorative ed alle mansioni.

Contenuti

Formazione generale • Concetto di rischio • Danno • Prevenzione • Protezione • Organizzazione e prevenzione aziendale • Diritti e doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali Formazione specifica per il basso rischio • Rischi infortuni • Meccanici, elettrici, macchine, attrezzature, cadute • Rischi fisici • Rumori, vibrazioni, radiazioni • Microclima, illuminazione, ergonomia • Stress da lavoro correlato • Altri rischi • Procedure di scurezza, prevenzione e primo soccorso

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI ALL'ANTINCENDIO

L'art. 37 comma 9 del D.Lgs. 81/08 afferma che "i lavoratori incaricati a svolgere l' attivita' di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro devono ricevere un’adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico"

Aperto

Destinatari

I lavoratori incaricati a svolgere l'attivita' di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro

Obiettivi

L'obiettivo del nostro corso di aggiornamento antincendio e' quello di aggiornare gli addetti alla prevenzione e alla gestione delle emergenze che possono verificarsi in azienda, in modo completo, fornendo conoscenze teoriche e pratiche. Gli argomenti, prevenzione antincendio, protezione e procedure per l'evacuazione vengono effettuati da personale esperto e qualificato.

Contenuti

1- L'incendio e la prevenzione 2- Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio 3- Esercitazione pratiche

CORSO DI FORMAZIONE TEORICO PRATICO PER POSATORI DI RESINE EPOSSIDICHE

I destinatari del corso sono operai, tecnici e datori di lavoro che si occupano dell'attivita  di posa delle resine epossidiche o che intendono avviare tale attivita per la quale APULIA COATING offrira'    supporto futuro in termini di consulenza gratuita sui cantieri.

Aperto

Destinatari

I destinatari del corso sono operai, tecnici e datori di lavoro che si occupano dell’attivita' di posa delle resine epossidiche o che intendono avviare tale attivita' per la quale APULIA COATING offrira' supporto futuro in termini di consulenza gratuita sui cantieri.

Obiettivi

La formazione e' una tappa obbligatoria per intraprendere un nuovo ramo di attivita'  e per stare al passo con l'innovazione. La formazione professionale sta assumendo sempre piu' importanza strategica nel campo dell'edilizia e dei settori affini. La conoscenza delle materie prime, e nel nostro caso delle resine epossidiche e poliuretaniche, apporta un contributo significativo nella scelta delle metodologie più idonee a generare un risultato di alta qualità .

Contenuti

1° appuntamento – venerdi dalle ore 15.30 alle ore 19.30 - Argomenti: Caratteristiche e Tipologie di resine, Formulati epossidici, Campi di applicazione e caratteristiche richieste nel settore industriale, alimentare, commerciale, civile ed altri settori speciali. Tipologia e preparazione preliminare dei supporti. 2° appuntamento – sabato dalle ore 09:00 alle ore 13:00 - Argomenti: Cicli applicativi di Pitture e Rasanti, Preparazione dei supporti in Cls, Ceramica, Legno, Prove pratiche. 3° appuntamento – venerdi dalle ore 15.30 alle ore 19.30 - Argomenti: Tipologie pavimenti in resina epossidica: Spatolati, Autolivellanti, Pitture, Progettazione e Applicazioni teoriche. 4° appuntamento – sabato dalle ore 09:00 alle ore 13:00 - Argomenti: Problemi e la loro soluzione, Pulizia, manutenzione e ripristino dei supporti in resina, Prove pratiche. CAMPI DI APPLICAZIONE DEI MATERIALI ANALIZZATI DURANTE IL CORSO - RESINE EPOSSIDICHE AUTOLIVELLANTI edilizia residenziale (bagni), esercizi commerciali quali bar e negozi. - PITTURE EPOSSIDICHE ALIMENTARI - Cantine, oleifici, caseifici, depositi alimentari, cucine, forni. - RASANTE EPOSSIDICO pareti di bagni, cucine, pavimentazioni. - PITTURE EPOSSIDICHE depositi agricoli, garage, officine meccaniche, edilizia residenziale.

Durata

dal 03/03/2016 al 05/03/2016

Allegati

52_hjB2d.pdf

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI E RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO A, AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di formazione della durata di 28 ore per Addetti e Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Modulo A (primo modulo di due per gli addetti, primo modulo di tre per responsabili)

Aperto

Destinatari

Modulo obbligatorio per dipendenti e liberi professionisti che vogliano acquisire il ruolo di RSPP mai ricoperto precedentemente.

Obiettivi

Primo modulo formativo per addetti e responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione che mai hanno ricoperto il ruolo.

Contenuti

Valutazione dei rischi connessi all’attività lavorativa e misure di prevenzione; DPI; gestione ed organizzazione del Servizio di Prevenzione e Protezione. I moduli formativi sono disciplinati dalla Conferenza permanente tra Stato e Regioni con atto n. 2407 del 26/01/2006.

Durata

dal 10/10/2011 al 31/10/2011

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI E RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEIONE - MODULO B - ATECO 3 AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di formazione della durata di 16 ore per Addetti e Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP, RSPP). Il Modulo B si riferisce al SETTORE ATECO 3 (settore Costruzioni), ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. e del nuovo Accordo Stato-regioni del Luglio 2016

Aperto

Destinatari

Dipendenti e liberi professionisti con ruolo di RSPP (diplomati), RSPP senza diploma con esperienza lavorativa da 6 mesi a 3 anni ed incarico attuale designati prima del 14/2/2003 ed attivi al 13/8/2003 (in questo caso sono esenti dal modulo A)

Obiettivi

Secondo modulo formativo per addetti e responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione che mai hanno ricoperto il ruolo.

Contenuti

Fattori di rischio, rischi chimici, fisici e biologici, soluzioni tecniche organizzative e procedurali di sicurezza per ogni fattore di rischio, DPI, sorveglianza sanitaria. I moduli formativi sono disciplinati dal nuovo Accordo Stato-regioni del Luglio 2016

Durata

dal 02/09/2011 al 01/01/1900

CORSO DI FORMAZIONE PER COORDINATORI IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DEI LAVORI AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I.

La responsabilita' del coordinamento della sicurezza nei cantieri e' della figura professionale denominata coordinatore per la sicurezza. Il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione o anche detto coordinatore in materia di sicurezza e salute durante la realizzazione dell'opera e' la figura professionale definita dal punto f) del comma 1 dell'Articolo 89 del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro. In questo modo: Coordinatore in materia di sicurezza e di salute durante la realizzazione dell'opera, di seguito denominato coordinatore per l'esecuzione dei lavori: soggetto incaricato, dal committente o dal responsabile dei lavori, dell'esecuzione dei compiti di cui all'articolo 92, che non puo' essere il datore di lavoro delle imprese affidatarie ed esecutrici o un suo dipendente o il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) da lui designato. Le incompatibilita' di cui al precedente periodo non operano in caso di coincidenza fra committente e impresa esecutrice.

Aperto

Destinatari

Il coordinatore per la progettazione e il coordinatore per l'esecuzione dei lavori devono essere in possesso di uno seguenti requisiti ( Art 98 ): - laurea magistrale LM-4, da LM-20 a LM-35, LM-69, LM-73, LM-74 - laurea conseguita nelle seguenti classi: L7, L8, L9, L17, L23 - diploma di geometra o perito industriale o perito agrario o agrotecnico, nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l'espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno tre anni.

Obiettivi

Durante l'iter formativo i partecipanti acquisiranno conoscenze in materia di: - normative sull'igiene e la sicurezza del lavoro - ruoli, compiti e responsabilita' dei soggetti del Sistema Sicurezza e degli Organi di vigilanza e controllo, nonche' della disciplina sanzionatoria - violazioni piu' ricorrenti nei cantieri, secondo fonti statistiche, ai fini di una corretta prevenzione - rischi e danni da lavoro, ai fini dell'adozione di una corretta analisi dei rischi, dell'organizzazione dei cantieri e della realizzazione dei lavori in sicurezza - elaborazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) e della sua corretta e applicazione - pianificazione, organizzazione e gestione delle attivita' di raccordo, informazione e controllo di soggetti coinvolti nel Sistema Sicurezza nel settore dei Cantieri temporanei e mobili.

Contenuti

PARTE TEORICA Modulo giuridico per complessive 28 ore -La legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro; -la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; -la normativa sull'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali; -Le normative europee e la loro valenza; le norme di buona tecnica; le direttive di prodotto; -Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare riferimento al Titolo I. I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali. Metodologie per l'individuazione, l'analisi e la valutazione dei rischi; -La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota. Il titolo IV del Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; -Le figure interessate alla realizzazione dell'opera: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali; -La legge quadro in materia di lavori pubblici ed i principali decreti attuativi; -La disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive. Modulo tecnico per complessive 52 ore -Rischi di caduta dall'alto. Ponteggi e opere provvisionali -L'organizzazione in sicurezza del Cantiere. Il cronoprogramma dei lavori -Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza -Le malattie professionali ed il primo soccorso -Il rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche -Il rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo ed in galleria -I rischi connessi all'uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli apparecchi di sollevamento e trasporto -I rischi chimici in cantiere -I rischi fisici: rumore, vibrazioni, microclima, illuminazione -I rischi connessi alle bonifiche da amianto -I rischi biologici -I rischi da movimentazione manuale dei carichi -I rischi di incendio e di esplosione -I rischi nei lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati -I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza Modulo metodologico/organizzativo per complessive 16 ore -I contenuti minimi del piano di sicurezza e di coordinamento, del piano sostitutivo di sicurezza e del piano operativo di sicurezza. -I criteri metodologici per : a) l'elaborazione del piano di sicurezza e di coordinamento e l'integrazione con i piani operativi di sicurezza ed il fascicolo; b) l'elaborazione del piano operativo di sicurezza; c) l'elaborazione del fascicolo; d) l'elaborazione del P.I.M.U.S. (Piano di Montaggio, Uso, Smontaggio dei ponteggi; e) la stima dei costi della sicurezza -Teorie e tecniche di comunicazione, orientate alla risoluzione di problemi e alla cooperazione; teorie di gestione dei gruppi e leadership -I rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione dei lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza PARTE PRATICA per complessive 24 ore · Esempi di Piano di Sicurezza e Coordinamento: presentazione dei progetti, discussione sull'analisi dei rischi legati all'area, all'organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze · Stesura di Piani di Sicurezza e Coordinamento, con particolare riferimento a rischi legati all'area, all'organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze. Lavori di gruppo · Esempi di Piani Operativi di Sicurezza e di Piani Sostitutivi di Sicurezza · Esempi e stesura di fascicolo basati sugli stessi casi dei Piano di Sicurezza e Coordinamento · Simulazione sul ruolo del Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione

Allegati

53_QyZWj.pdf

53_6VWZ3.pdf

CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI PROVINCE AUTONOME DEL 22/02/2012

L'Accordo tra Stato, Regioni e le Province Autonome del 22 febbraio 2012 definisce la necessita  di formare gli operatori addetti all'utilizzo delle “attrezzature” di lavoro, in ottemperanza a quanto stabilito dall'art. 73 comma 5 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche. Le recenti normative in materia di sicurezza e salubrità  nei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08), sanciscono l’obbligo del datore di lavoro di formare ed informare i lavoratori sui rischi derivanti dall'utilizzo delle attrezzature di lavoro.Per le lavorazioni che espongono a determinati rischi, sia i lavoratori interessati che altre persone, è necessario effettuare la formazione agli addetti al fine di metterli nelle condizioni di operare con consapevolezza, e ciò per ridurre i rischi aziendali e per evitare pesanti sanzioni penali ed amministrative che vengono comminate agli inadempienti, sia che si tratti di datori di lavoro, sia che si tratti di lavoratori. l corso si prefigge di portare a conoscenza degli operatori i diritti ed i doveri che incombono sugli stessi, quando operano con mezzi di trasporto e sollevamento dei carichi, nonchè le norme di buona tecnica per effettuare le operazioni suddette.

Aperto

Destinatari

lavoratori addetti alla conduzione dei mezzi

Obiettivi

In attuazione dell'art. 73 comma 5 del D. Lgs 81/08 in accordo con la Conferenza Stato Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012, il personale addetto alla conduzione dei carrelli elevatori deve ricevere l'addestramento sull'uso del mezzo.

Contenuti

In allegato il programma del corso con i suoi contenuti

CORSO DI FORMAZIONE PER DATORI DI LAVORO CHE RICOPRONO IL RUOLO DI RSPP AI SENSI DELL’ART. 34 DEL D.LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 21/12/2011

corso di formazione della durata di 48 ore rivolto ai datori di lavoro che intendono ricoprire il ruolo di RSPP interno ai sensi dell'art. 34 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. ed ai sensi della Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011

Aperto

Destinatari

Datori di laroro, Legali Rappresentanti di imprese con meno di 30 dipendenti

Obiettivi

Formare i Datori di Lavoro o i Legali Rappresentanti di imprese con meno di 30 dipendenti, al ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Contenuti

Valutazione dei rischi connessi all’attivita grave; lavorativa e misure di prevenzione; DPI; gestione ed organizzazione del Servizio di Prevenzione e Protezione.

CORSO DI FORMAZIONE PER MANUTENTORI MECCANICA AZIENDALI AI SENSI DELL'ART. 37 DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I.

Corso di formazione della durata di 8 ore per manutentori meccanici aziendali, ai sensi dell'art. 37 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Aperto

Destinatari

Lavoratori addetti alla manutenzione di mezzi e attrezzature

Obiettivi

Formazione sui rischi legati alla mansione di manutentore di macchine e attrezzature, previsto dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Contenuti

Normativa di riferimento, manutenzione preventiva e operazioni di manutenzione e controllo, Principali macchine e attrezzature, norme generali di protezione, segnaletica di sicurezza, rischi legati all’attività lavorativa e DPI; Obblighi dei lavoratori.

Durata

dal 24/10/2011 al 07/11/2011

CORSO DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER LAVORATORI ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI ESCAVATORI, PALE CARICATRICI FRONTALI, TERNE E AUTORIBALTABILI A CINGOLI, AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 E S.M.I. E DELLA CONFERENZA STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 22/02/1

Fermi restando gli obblighi di formazione ed addestramento specifici previsti dall’articolo 73, comma 4 del D.Lgs. n. 81/2008, l’utilizzo di escavatori, pale caricatrici frontali e terne diverse da quelle esplicitamente considerate nel presente allegato, richiede il possesso, da parte dell'operatore, di almeno una delle abilitazioni di cui al presente allegato.

Aperto

Destinatari

Lavoratori addetti all'uso, anche sporadico, di macchine operatrici.

Obiettivi

Consentire a coloro che utilizzano macchine da cantiere/Stradali / Movimento terra di ottenere la necessaria abilitazione all'uso delle stesse.

Contenuti

il corso ha durata e contenuti aderenti a quanto indicato negli Accordi Stato Regione del 22/02/2012 ed è composto da una parte di contenuti teorici, una parte di esercitazioni pratiche ed una valutazione dell'apprendimento vincolante al rilascio dell'abilitazione. Suggerita la frequenza al corso da 16 ore abilitante a tutte le tipologie di attrezzature, per evitare future integrazioni.

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI GRU PER AUTOCARRO

Riferimenti legislativi -D.Lgs. 09 Aprile 2008 n. 81 art. 37, comma 1 e comma 3 -D.Lgs. 09 Aprile 2008 n. 81 art. 73, comma 1 e comma 5 -Accordo formazione Conferenza Stato Regioni 22 Febbraio 2012

Aperto

Destinatari

Ai lavoratori addetti alla conduzione di gru per autocarro.

Obiettivi

Obiettivo del corso e' permettere alle aziende di ottemperare agli obblighi formativi suddetti, definendo un percorso che fornisce, ai lavoratori incaricati, le competenze adeguate per un uso idoneo e sicuro della gru per autocarro.

Contenuti

Argomenti trattati Modulo giuridico – normativo (1 ora) Modulo tecnico (3 ore) Modulo pratico specifico per gru per autocarro (8 ore)

Durata

dal 19/03/2015 al 30/05/2015

Aperto

Destinatari

lavoratori nominati Dirigenti o Preposti alla sicurezza

Obiettivi

Formazione dei lavoratori nominati Dirigenti alla sicurezza o Preposti alla sicurezza. Il corso ha una durata di 16 ore, suddivise in quattro moduli formativi: Modulo giuridico, Modulo Gestione ed organizzazione della sicurezza, Modulo Individuazione e valutazione dei rischi, Modulo Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori. I contenuti della formazione sono disciplinati dall'Accordo Stato-Regioni e province autonome del 21/12/2011

Contenuti

Il corso ha una durata di 16 ore, suddivise in quattro moduli formativi: Modulo giuridico, Modulo Gestione ed organizzazione della sicurezza, Modulo Individuazione e valutazione dei rischi, Modulo Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori. I contenuti della formazione sono disciplinati dall'Accordo Stato-Regioni e province autonome del 21/12/2011

CORSO BASE + QUALIFICANTE PER CERTIFICATORI DELLA SOSTENIBILITA' DEGLI EDIFICI

IN COLLABORAZIONE CON IL COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA FOGGI E CON L'ASSISTENZA TECNICA DELLA ISOLAB SRL, IL FORMEDIL FOGGIA organizza il primo corso unico ricomprendente il corso base di 60 ore e quello qualificante di 20 ore previsto nella delibera regionale.

Aperto

Destinatari

Il corso è rivolto a tutti coloro che abbiano la necessità di acquisire tutte le nozioni e competenze in materia di sostenibilità ambientale degli edifici, in maniera tale da prendere familiarità con il protocollo ITACA e nel contempo vogliono accedere nell’elenco dei tecnici abilitati quali Certificatori Della Sostenibilità Ambientale Degli Edifici.

Obiettivi

In allegato l'informativa, il programma e la scheda di adesione

Contenuti

In allegato il programma del corso con i suoi contenuti

Allegati

58_BcFnZ.pdf

58_83Ft7.pdf